Orti a Confronto

Ecco una delle sperimentazioni attuate, ovvero 3 modi diversi di coltivare un orto naturale nella pratica.

Orti a confronto

L’obiettivo dell’esperimento è osservare concretamente (e nel tempo) ciò che avviene, trarre le migliori conclusioni, soprattutto in termini di qualità, quantità e vitalità degli ortaggi, replicare e condividere il metodo che ha dato i risultati migliori.

Nei 3 orti abbiamo piantato in egual misura lattughe, spinaci, porri, cipolle, molti tipi di cavolo, fagioli, fagiolini, finocchi, vari radicchi e sedano. Tutto quello che occorre per l’autunno/inverno, insomma! 🙂

1) Orto Sinergico. L’ orto che simula un sistema equilibrato completamente naturale.

2) Orto biologico. Il “classico” orto, il più diffuso tra gli hobbisti e non, SENZA tuttavia alcun trattamento chimico sia nel terreno che nelle foglie.

3) Orto biologico EM. Come l’orto biologico, a differenza del terreno, innaffiato con i Microrganismi Effettivi 2 giorni prima della semina/trapianto.

Nota: la parola “biologico” qui utilizzata non intende un marchio o una certificazione, ma un sostantivo di uso comune che rende bene l’idea; sinonimo (più o meno consapevole) di frutta e verdura non trattata (o pochissimo trattata) chimicamente.

L’inizio…

All’inizio i 3 si presentano così, con piantine autunnali/invernali, su un terreno dove precedentemente vi erano coltivate patate. E’ stata fatta un’aratura leggera, poi resa fine la terra da una fresatura. Nessun concime organico e/o vegetale.

Bancale sinergico all'inizio

Questo “prototipo” di Orto Sinergico misura 4 mt x 1,20 mt, altezza 40 cm (la misura consigliata è di 8 x 1,20 x 40cm).
Ha alla base uno scavo profondo circa 30 cm per tutta la lunghezza, nel quale sono stati posti rami, ritagli e potature di pino. Coperto poi con la terra (presa ai lati) a formare un cumulo fino all’altezza indicata, più altri 20 cm tra paglia e sfalci di erba.

Orto Biologico all'inizio

Orto biologico “classico” di 3 mt x 4 mt con assi ai lati che proteggono da lepri e altri roditori. Per tutto il perimetro interno è stata cosparsa della cenere di legna che tiene (o dovrebbe tenere) lontane le lumache. E’ stata anche fatta una leggera pacciamatura con paglia e sfalci per limitare l’abbassamento progressivo della temperatura e le erbe spontanee.

Orto Biologico EM all'inizio

Orto biologico EM. Misure come il precedente e perimetro di cenere. Assieme agli ortaggi è stato seminato a spaglio del Trifoglio Nano. Questo, oltre ad essere azoto-fissatore, formerà pian piano un tappeto d’erba e funzionerà da pacciamatura verde. 2 giorni prima della semina/trapianto degli ortaggi, il riquadro di terreno è stato bagnato con acqua e Microrganismi Effettivi.
I Microrganismi Effettivi (EM) sono una miscela di microrganismi presenti in natura, impiegati per irrobustire positivamente ogni ambiente microbico contro fenomeni ossidanti, degenerativi e patologici.

30 giorni dopo…

L’orto sinergico, seppur sano, risulta essere il più “lento” a livello di crescita. Un ritmo evidentemente più pacato all’inizio ma che migliorerà nel medio-lungo termine grazie all’humus e alla “auto-fertilizzazione” naturale interna al cumulo.

Orto sinergico 30 giorni dopo

Orto biologico 30 giorni dopo...

Cresce bene anche l’orto biologico “classico”. Lumache e bruchi si tolgono l’appetito con moderazione e la crescita degli ortaggi è abbastanza veloce, in linea con la stagione.

Orto biologico EM 30 giorni dopo...

Una sorpresa l’orto biologico EM! Crescita migliore e più veloce. Piante decisamente sane e vigorose.

cavolo-bio-em

60 giorni dopo…

Orto Sinergico Novembre 2013

L’orto sinergico cresce lento ma costante. Nei camminamenti è stata aggiunta una pacciamatura con potature di pino.

Orto Biologico Calssico

Orto Biologico “Classico” molto bene. Sicuramente la pacciamatura, anche se leggera, fa la differenza.

Orto Biologico Calssico

= = = = = = =

Orto Biologico EM

Ancora più evidenti le differenze. In questo orto sono stati spruzzati i Microrganismi Effettivi.

Orto Biologico EM

Orto Biologico EM Nasturzio

Conclusione

Il risultato migliore per un orto sano e naturale al 100% è sicuramente un Orto Sinergico con l’applicazione di Microrganismi Effettivi (EM) nel terreno. In un’altra zona del podere abbiamo fatto proprio questo, ovvero 2 cumuli di orto sinergico con l’applicazione di EM.

Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail to someone