Abitare in campagna. Casa di 18mq con meno di 2000 Euro

Abitare in campagna. Casa di 18mq con meno di 2000 Euro!

Se siete amanti delle case piccole, o magari non avete molte disponibilità economiche, e non avete paura di sporcarvi le mani, arriva dagli Stati Uniti una nuova soluzione intelligente: una casetta di 18 metri quadrati, capace di ospitare fino a 6 persone. Ideale per abitare in campagna.

All’interno la casa si suddivide in due piani (grazie ad un soppalco): al piano inferiore troviamo la cucina, il bagno, la sala da pranzo e il soggiorno. Al piano superiore, invece, troviamo una “grande” camera da letto e la zona ufficio. C’è davvero tutto.

La cosa incredibile è che per la costruzione (non comprese finestre e porte), tutti i materiali sono costati poco meno di 2.000 dollari.

casalecalifornia.com-casa18mq

Il sistema di alimentazione elettrico è pari a 580 watt grazie all’energia solare, mentre altri 400 watt sono forniti dall’energia eolica, il tutto per alimentare un frigorifero da 12 volt, l’impianto di illuminazione, la pompa dell’acqua, il televisore, i computer e tutti i gadget tecnologici.

Il riscaldamento è garantito da gas GPL, o da una stufa a legna. Il bagno, infine, è in una struttura separata.

La casa, come detto è prodotta negli Stati Uniti, ed è stata progettata per essere utilizzata tutto l’anno, e finora è stata testata in Canada, in Messico e in Alaska con ottimi risultati. Ma questa è la soluzione base, ci sono altri modelli disponibili.

casalecalifornia.com-casa18mq-interni

Va difatti specificato che tutte le soluzioni proposte sono in autocostruzione, ovvero sono gli stessi futuri proprietari degli alloggi che sono anche gli artefici della costruzione materiale della casa.

L’autocostruzione è sempre più diffusa in tutta Europa (pensate che in Irlanda viene addirittura regolata da una legge dello stato) è può essere davvero una soluzione da prendere in considerazione per quei nuclei familiari a basso reddito, con lavoro precario, per i quali la casa di proprietà costituisce un miraggio, senza contare che anche il mercato degli affitti è poco accessibile. Da dove cominciare?

casalecalifornia.com-casa18mq-interni2

Il cantiere autogestito prevede che varie famiglie si riuniscano in Gruppi organizzati, diretti e seguiti nei lavori da personale professionale costituito da tecnici abilitati ed esperti.

Ogni famiglia dovrà contribuire alla costruzione di tutti gli alloggi che, solo alla fine, saranno singolarmente attribuiti, favorendo così la solidarietà e i rapporti sociali, che preluderanno a futuri buoni rapporti di vicinato.

Dal punto di vista economico bisogna fare ricorso al sostegno di banche sensibili a questo tipo di progetto e disposte a concedere mutui agevolati. Un vantaggio è che il mutuo si inizia a pagare a lavori conclusi, quando le famiglie hanno preso ormai possesso delle rispettive abitazioni.

casalecalifornia.com-casa18mq-interni3

Molte amministrazioni locali in Italia stanno favorendo questo processo, con indubbi vantaggi, visto che ciò consentirà loro un notevole risparmio sugli investimenti per l’edilizia popolare. Eppoi con le soluzioni, e le idee, d’oltreoceano le basi di partenza (per risparmiare) ci sono tutte.

(fonte: casafan.it)

Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail to someone